POPact/ arte contemporanea/ cinema

POPact.info
a cura di Haydir Majeed
 


 
Il film dell’anno 2010
 
IL PROFETA
IL PROFETA

REGIA
Jacques Audiard
CAST
Tahar Rahim, Niels Arestrup
USCITA 19 MARZO

TRAILER
trailel: Il Profeta

Nomination per il miglior film straniero

Condannato a sei anni di carcere, il diciannovenne Malik El Djebena non sa né leggere né scrivere. In prigione, Malik sembra più giovane e fragile rispetto agli altri detenuti. Preso di mira dal leader della gang corsa che spadroneggia nel carcere, Malik è costretto a svolgere numerose “missioni”, che però lo fortificheranno e gli meriteranno la fiducia del boss. Ma Malik è coraggioso e impara alla svelta, e non esiterà a mettere a punto un suo piano segreto.


 
Il primo lungometraggio della video artista iraniana Shirin Neshat
 
Donne Senza UominiDONNE SENZA UOMINI

REGIA
Shirin Neshat
CAST
Pegah Ferydoni, Shabnam Toloui Leone
USCITA 12 MARZO

TRAILER
trailer: donne senza uomini

Tratto da “Donne senza uomini”, romanzo realista e magico di Shahrnush Parsipur, il film è il primo lungometraggio dell’artista iraniana Shirin Neshat. Narra la storia delle vite intrecciate di quattro donne iraniane nell’estate del 1953, un periodo catastrofico nella storia iraniana, quando un colpo di stato guidato dagli americani e appoggiato dagli inglesi depose il Primo Ministro democraticamente eletto, Mohammad Mossadegh e restaurò lo Shah al potere.

Note di regia
DONNE SENZA UOMINI descrive un momento fondamentale dell’estate del 1953, quando le speranze di una nazione furono soffocate dalle potenze straniere con un tragico golpe che portò alla Rivoluzione Islamica del 1979. A trent’anni di distanza, mentre vediamo giovani uomini e donne protestare nelle strade dell’Iran nonostante una spietata e brutale repressione, ci rendiamo conto, ancora una volta, che la lotta è viva e vegeta. Posso solo sperare che DONNE SENZA UOMINI, un film in linea con la mia impostazione artistica globale e nomade, offra un piccolo contributo al vasto racconto della storia contemporanea dell’Iran, ricordandoci la voce di una nazione che fu messa a tacere nel 1953 da poteri interni ed esterni e che è tornata a levarsi con un tono assordante” Shirin Neshat.

L’ ARTISTA
Shirin Neshat è una fotografa e video artista iraniana che nelle sue opere affronta le complesse forze sociali e religiose che forgiano l’identità delle donne mussulmane. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti per i suoi ritratti di donne ricoperti di calligrafia nella serie “Women of Allah”. Ha anche diretto diversi video, tra cui Turbulent (1998) e Rapture (1999) che le sono valsi il Premio Internazionale alla 48a Biennale d’Arte di Venezia.

Le sue personali sono state esposte, tra gli altri, alla Tate Gallery di Londra, al Guggenheim Museum di New York, al Museo d’Arte Contemporanea di Atene, alla Serpentine Gallery di Londra, alla Kunsthalle di Vienna e al Museo d’Arte Contemporanea di Hiroshima. DONNE SENZA UOMINI è il lungometraggio con cui debutta nella regia cinematografica aggiudicandosi il Leone d’Oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2009.


galleria eventi, viedo art, interviste, trailer