Il Premio Nocivelli

Il Premio Nocivelli è un concorso d’arte contemporanea organizzato dall’Associazione Culturale Techne creata nel 2009 dalla famiglia di Luigi Nocivelli, per dare continuità, grazie soprattutto ad attività di promozione e diffusione, alla sua passione per l’arte e la cultura italiane.
Continua a leggere

Annunci

VICENDE E STORIA CRITICA DEL PREMIO AVEZZANO 1949–2001

Aggiornamenti.
Febbraio 28, 2018

Leggi i commenti inerenti il rilancio del Premio Avezzano.

Vicende e storia critica del Premio Avezzano 1949 – 2001
Continua a leggere

VII edizione CORPO – Festival delle Arti Performative

locandinaLa VII edizione di CORPO – Festival delle Arti Performative, a cura di Ivan D’Alberto e Sibilla Panerai e promosso dal Centro di Archiviazione e Promozione della Performing Art, ha come tema Historicizing, forma sostantivata del verbo inglese “to Historicize” per sottolineare il processo di storicizzazione della Performance Art Continua a leggere

Viaggio nella luna XII puntata: Lettera espansa agli spiriti digitali

Rubrica serena calabrese_Logo

Logo della rubrica a cura di Elisabetta Quaraniello

Rubrica di racconti e dialoghi di fantasia sulla storia e sulle tecniche e le tecnologie del cinema a cura di Serena Calabrese. Seguila anche su Facebook

Continua a leggere

HOPPER: IL PERCORSO DI UNA POESIA SILENZIOSA

L’ARTISTA DEL REALISMO METAFISICO

EDWARD HOPPER: UNA FINESTRA SULLA SOLITUDINE URBANA

Edward Hopper è stato un pittore statunitense famoso soprattutto per i suoi ritratti della solitudine nella vita americana contemporanea.
E’ rimasto nella storia anche per la sua poetica racchiusa nella frase: “Se potessi dirlo a parole, non ci sarebbe alcun motivo per dipingere“.
Di seguito, una breve antologia critica.

Continua a leggere

GLI ANNI DELLA PITTURA ANALITICA – GLI ANNI 70

LA CORRENTE PITTORICA DEGLI ANNI SETTANTA OGGI AL CENTRO DELL’ ATTENZIONE DI CRITICA E MERCATO.

La pittura viene periodicamente data per morta. Tra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta, in particolare, l’Arte Concettuale sembrò averne per sempre decretato l’inutilità. Eppure, tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Settanta, in Europa ma soprattutto in Italia, molti artisti non abbandonarono il campo e tentarono, ancora una volta, di rifondare la disciplina pittorica ripartendo da una sorta di «grado zero»: individuare alcuni elementi caratteristici di questo linguaggio e sondarne tutte le possibilità. Era nata la Pittura Analitica.

Continua a leggere