La potenza visiva e il rigore intellettuale del lavoro di Roy Lichtenstein



(Diagram of an Artist: Roy Lichtenstein)

Dopo la grande mostra antologica ROY LICHTENSTEIN. L’esperienza pop ecco la prima retrospettiva su larga scala di questo importante  maestro della Pop art. Co-organizzato da The Art Institute di Chicago e la Tate Modern, questa mostra memorabile riunisce 125 con l’obiettivo dichiarato di rivalutare il ruolo di un artista piú intellettuale e complesso della sua fama di “Pop artist”.

Lichtenstein è rinomato per i suoi lavori con riferimenti a fumetti e immagini pubblicitarie ma anche per l’ivenzione  di un nuovo stile di pittura del Ben-Day Dot

I soggetti, di grande impatto visivo, sono presi dai fumetti e dalla pubblicità, in linea con i temi prediletti dalla Pop Art ma con grande senso dell’umorismo e rispetto.
Ammiro le cose che sembro prendere in giro,” spiegò Lichtenstein.
I suoi quadri, necessariamente a due dimensioni, cercano di riprodurre un mondo a tre dimensioni con un uso creativo del pennello.
Ci sono volti in primo piano, lacrime ingigantite, espressioni congelate nel tempo.
Anche il più banale dei soggetti cattura l’attenzione per l’immediatezza e forza del suo impatto visivo e della sua espressività grafica.

Pratica ricca e espansiva dell’artista è rappresentato da una vasta gamma di materiali, tra cui dipinti su Rowlux e acciaio, come pure sculture in ceramica e ottone e una selezione di disegni inediti, collage e opere su carta.

Roy Lichtenstein in posa davanti una sua operaI quadri degli ultimi anni mostrano come l’artista non intendesse riposare sugli allori ma fosse sempre alla ricerca di nuove ispirazioni, come i paesaggi cinesi o la serie degli specchi.
Lichtenstein morì all’improvviso, di polmonite, a 73 anni, attivo fino all’ultimo.
La mostra della Tate, la prima dalla morte dell’artista, dimostra come anche mezzo secolo dopo la loro creazione, le opere di Lichtenstein riescano a mantenere la loro freschezza e immediatezza e sembrino ancora scoppiare di esuberante vitalità.

Stanza dopo stanza questa mostra celebra la potenza visiva e il rigore intellettuale del lavoro di Roy Lichtenstein.


(The band U2 was so inspired by the art of Roy Lichtenstein that they commissioned animator Run Wrake to animate one of Lichtenstein’s paintings for the stage show of their 1997 Pop tour)

Roy Lichtenstein: a Retrospective
Tate Modern, Londra
Fino al 27 maggio
www.tate.org.uk

ilsole24ore

Si ringrazia: Roberto Falco


galleria eventi, viedo art, interviste, trailer

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...