L’Horror nel cuore di tenebra abruzzese


Per un’intera settima Secinaro (AQ), la terra dei crateri meteoritici e scorcio pittoresco tra i più belli e peculiari dell’Abruzzo montano, si è trasformato in set cinematografico per le riprese di uno dei sei episodi del progetto “House of Horrors”:
La casa dal giardino di pietra ideato e sviluppato dal regista Domiziano Cristopharo (autore de La casa dei manichini di carne, 2008 insignito di moltissimi premi all’estero) e da Alessandro Giordani.
Alcune scene sono state girate a le Pagliare di Tione.

L’interessamento proattivo a valorizzare questo borgo abruzzese è stato dell’attore Yuri Antonosante il protagonista dell’episodio Casa dolce casa di cui è stato anche il coproduttore insieme a Domiziano Cristopharo che ha già diretto l’attore abruzzese in Hyde’s Secret Nightmare film ospite al Fantafestival vinto dal regista romano lo scorso anno.

La scelta di Antonosante, attore di origini marsicane che vive stabilmente a Roma, ha suscitato molti apprezzamenti da parte della  comunità visto che il borgo, immerso nel verde della catena montuosa del Sirente-Velino, ha saputo dare la giusta ispirazione artistica e tranquillità a tutta la troupe.

Tra i nomi del cast dell’episodio Casa dolce Casa scritto da E. Ravenna/D. Cristopharo e girato per l’appunto in questo cuore di tenebra abruzzese, spiccano le attrici Lucia Batassa e Nancy De Lucia nonchè gli attori Peppe Laudisa, Claudio Zanelli oltre a Yuri Anonosante.

Nel corso di alcune giornate è stata presente sul set anche l’attrice Roberta Gemma, già protagonista di un precedente episodio.

Sinossi di Casa dolce casa
Celeste ed il marito affittano una conveniente casa per le vacanze.
Un terremoto ha distrutto parte del paese, e l’abitazione sembra esser stata ristrutturata di recente… ma con molta fretta.
Macchie di umidità affiorano sui muri col passare dei giorni e Celeste, spesso sola in casa, inizia a scovarci delle figure dentro.
La mente della donna sembra cedere dalla follia, schernita anche dallo scettico e razionale marito… ma qualche mistero si cela davvero tra le crepe nei muri e la vasca da bagno: un ritrovato dossier rivela troppe morti inspiegate, avvenute all’interno di quella casa.
Ma Celeste cosa realmente vede nelle macchie sui muri?

Cast
Scritto da: Domiziano Cristopharo,Emiliano Ravenna
regia: Domiziano Cristopharo
Assistente alla regia: Giuseppe Andreozzi
Attori: Nancy de Lucia, Yuri Antonosante, Claudio Zanelli e l’amichevole partecipazione di Lucia Batassa e Peppe Laudisa
Costumi: Maurizio Carrara&Atelier Modum
Key Grip: Fabrizio de Santis
Editing: Alessandro Giordani
HOUSE OF HORRORS/La casa dal giardino di pietra è un’idea di A. Giordani, D. Cristopharo in collaborazione con DIGITAL ROOM


Intervista in esclusiva per POPact [Eventi ad arte] a Domiziano Cristopharo, a cura di Dimitri Ruggeri
© RIPRODUZIONE RISERVATA 2011

In breve, quali sono le peculiarità di “House of Horrors”: La casa dal giardino di pietra?

Yuri Antonosante e Peppe Laudisa


Beh, il progetto è nato da menti giovani, e da giovani (e non solo) filmakers che han molta voglia di fare… ed anche molto talento… è un progetto che parte dal basso, con umiltà, ma che punta in alto cercando di concretizzare e battere strade alternative e coraggiose di un nuovo cinema, quindi… penso che meriti un pò di seguito! 

Cos’è per te la paura?

La paura è un sentimento ed un mezzo di comunicazione molto forte e poco sfruttato. Permette di usare linguaggi alternativi per comunicare concetti in modo piu deciso. Non è un caso se anche i grandi registi della storia vi si son avvicinati: Pasolini, Fellini, Coppola, Kubrik, Scorsese, Avati…

A tuo avviso la paura ha più efficacia di altre emozioni visto che storicamente tende ad unire gli uomini?
Ogni emozione va trattata in merito a ciò che si vuole comunicare ed il fine che si vuole ottenere!

Nell’ episodio “Casa dolce casa” diretto da te, prendi spunto dal cinema Orientale, quali sono a tuo avviso analogie e diversità con il mondo occidentale?

Nancy De Lucia

Beh, è risaputo che la differenza tra lo stile orientale ed il nostro è la concettualità… noi tendiamo a spaventare spingendo il piede sull’acceleratore del disgusto… nello stile orientale, a cui poeticamente mi rifaccio, il sangue lascia il posto a simboli più inquietanti, dove magari a fare paura è l’irruzione nel quotidiano di un fatto “straordinario”.

La paura e il concetto di horror dipendono da un tipo di educazione che ognuno riceve personalmente o ci sono elementi comuni in tutti noi?

Dipendono da fattori personali che non credo dipendano dall’educazione o il contesto sociale… a meno che non parliamo di paure generalizzate come quelle per serpenti e topi… ma anche li è generalizzato solo per alcuni continenti e non per tutti. La vera paura non si riceve come un dono… la si ha! Sicuramente la religione con le sue varie repressioni ha fatto tanto per gli animi piu sensibili!

Più che la casa degli orrori potresti pensare ad una città degli orrori?

No, ci han già pensato troppi registi… preferisco fare cose senza dover incappare in paragoni o ripetizioni.

Ti stimola più la provincia o la metropoli?

Vivo in Città, ma amo girare e ritrarre la provincia. E’ più misteriosa… tra Avati ed Argento, preferisco Avati!

Nel progetto la casa è un contenitore di tensioni e sentimenti al limite. Oggi l’uomo è un contenitore di emozioni oppure è contenuto nelle emozioni stesse?
La casa è un simbolo antico di protezione… offre riparo e sicurezza. Noi la rendiamo un elemento di pericolo. Aver ambientato per me l’episodio in un paese terremotato, è particolarmente significativo. Ogni uomo contiene, e poi viene travolto dalle sue stesse emozioni.

Quanti e quali mostri vivono in noi?
Dipende… se parliamo di paure concrete, c’è sono quella delle malattie, o di invecchiare… o la paura della solitudine.

Se dovessi rappresentare teatralmente il mondo di oggi lo faresti con una tragedia o una commedia?
Lo faccio con i miei HORROR. Penso che sia il modo migliore per rappresentare una realtà.

Può Domiziano Cristopharo definirsi con un sostantivo o un aggettivo?
No, in quanto preferisce esser definito da altri se proprio deve!

Un pensiero per POPact [Eventi ad Arte]
Non ho mai abbastanza modi per ringraziare chiunque come sostenga l’arte ed i giovani volenterosi… andate avanti così e qualcosa di grande accadrà per tutti noi!/

Bio
Regista/Attore/Performer che si è affacciato sulla scena horror inter-nazionale grazie al fortunato e discusso “House of Flesh Mannequins” (La casa dei Manichini di Carne ’08 – distribuito da TERRE SOMMERSE); ha un passato ricco di collaborazioni con grandi registi ed attori: Romano Scavolini (per cui realizza gli effetti speciali di Two Families e deL’apocalisse delle Scimmie), Krisztoff Zanussi (Effetti speciali ne Il Sole Nero con Valeria Golino), Luciano Melchionna (consulente musicale in GAS – teatro – e attore inDignità autonome di Prostituzione), Andrea Maulà (attore in Disco Magic Theatre) e Joseph Tito (creatore degli effetti speciali in Death of the Virgin) con M. G. Cucinotta) [Continua]

Secinaro, 01/07/2011, articolo e intervista a cura di Dimitri Ruggeri
Special Thanks: Ristorante-Pizzeria-Bar da Ada e Giovanni, via Plaiola, 107 Secinaro.
[Photos, courtesy of Domiziano Cristopharo]


galleria eventi, viedo art, interviste, trailer

One thought on “L’Horror nel cuore di tenebra abruzzese

  1. lavorare con domiziano è sempre molto emozionante, non so mai quale sarà il mio personaggio, ogni volta è diverso, ed ogni volta è molto diverso da me. con tutti i colleghi e tecnici che ho conosciuto sul set è nata una forte intesa professionale e personale.
    Il soggiorno a Secinaro e l’ospitalià di tutto il paese sono stati memorabili.
    Grazie di cuore,
    Lucia Batassa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...