Un progetto di lungo periodo: La Biennale Marsica – Poesia Arte e Cinema –


Logo BieM - Biennale Marsica by, Roberto Falco La Biennale Marsica nasce nel 2010 come consolidamento e ampliamento del progetto multidisciplinare (Poesia visiva, Fotografia e Installazioni artistiche) “Carnem Levare, il cammino” del 2008 ideato dal poeta e scrittore Dimitri Ruggeri ora Ideatore e Direttore Artistico di questo nuovo progetto.

Aderiscono come testimonials il poeta e scrittore Lello Voce, il noto regista e sceneggiatore sudamericano Tonchy Antezana, il Regista Teatrale Riccardo Vannuccini Della Pietra ed il saggista e critico letterario Vittoriano Esposito.

La Biennale Marsica
Poesia, Arte e Cinema
Il futuro è contemporaneo, la strada è la sua voce

Scopo primario è di istituire nell’attiva Marsica, nel passato terra natale di personalità  quali Ignazio Silone, Benedetto Croce e artisti più contemporanei quali Pasquale Di Fabio, un  cardine che possa diventare espressione di una nuova visione culturale e artistica,  una sintesi ottimale dei punti di forza della periferia geografica, e un necessario riferimento di orientamenti qualitativi che elevano l’interesse verso la provincia pullulante di fermenti artistici e  nuove tendenze.

La metropoli e la megalopoli guardano sempre più a nuovi stili di vita poiché i loro modelli stanno inesorabilmente fallendo. L’uomo è sempre più propenso a vivere la città e i suoi spazi in modo altamente qualitativo: per questo ha bisogno di una città su misura.

La scelta del borgo può rappresentare questa nuova visione come metafora provocatoria e nuova tensione/necessità all’interno dello stesso.

E’ lo stesso Borgo a rappresentare questo simbolo attraverso la consapevolezza che rappresenta una  vera e propria installazione artistica denominata  La “Biennale Marsica”.

“In questi borghi, in queste abitazioni fatiscenti, c’è la valorizzazione dell’essenza dell’opera d’arte. Attraverso essa,  il pubblico apprezzerà ogni sua singola rovina perché vedrà nelle rovine la sua anima e l’arte sarà la sua cura” (dr)

Tra gli altri obiettivi, questo appuntamento, nella sua progettualità, conferma le finalità precedenti che erano state  individuate in modo univoco e primario nella valorizzazione di borghi abbandonati e spazi in disuso con tematiche artistiche che avevano avuto  prioritariamente valenza sociale. Il tema affrontato nel 2008 fu  quello delle Cluster Bombs.

L’evento, nella sua primordialità, suscitò l’interesse attivo e operativo della scrittrice e poetessa Giovanna Mulas nota per aver ricevuto diverse Candidature al Nobel della Letteratura, il critico e saggista Vittoriano Esposito, il Regista Riccardo Vannuccini Della Pietra.

“La peculiarità del luogo in rovina o abbandonato non è enfasi romantica o maledetta: rappresenta il punto d’incontro, di riflessione in cui l’arte si estranea dal caos per raggiungere qui il cosmo, il silenzio, la meditazione, la scoperta di nuovi dettagli. Lo sforzo sta nel “vedere” oltre il   degrado e l’abbandono” (dr)

In questa nuova veste  il progetto Biennale estende la partecipazione ad  altri artisti aprendosi in modo sperimentale alla sezione Letteratura, Fotografia, Pittura e Sperimentalmente è prevista la sezione Cinema ed una performance di poesia denominata Poetry Slam sostenuta dal poeta e performer Lello Voce uno dei precursori e Direttore Artistico di Absolut Young Poetry.

La selezione e la scelta degli artisti e delle opere è avvenuta prioritariamente  a seguito delle attività svolte dal progetto di comunicazione in rete POPact [Eventi ad Arte], nonché di quelle reali del periodo 2008-2010.

“Il web si è dimostrato uno strumento fondamentale che annulla tutte le barriere comunicative e le difficoltà di emergere. E’ l’unica possibilità di sbocco e sblocco” (dr)

“La Biennale deve essere funzionale alla valorizzazione di opere ed artisti che nel corso dei due anni si sono distinti. Il  progetto di comunicazione in rete POPact [ Eventi ad Arte] rappresenta il punto di riferimento sia locale che nazionale di promozione e valorizzazione di quegli artisti, scrittori e opere che non trovano modo di essere adeguatamente valorizzate dai tradizionali canali sia informativi sia comunicativi” (dr)

In ogni caso la Biennale è il punto di arrivo e di partenza secondo una logica di miglioramento continuo di attenzioni verso l’arte, l’ambiente e la vita.

Le sezioni previste sono: Arte sperimentale Pittura, Poesia (sperimentale) Fotografia e Cinema e Letteratura ed un Poetry Slam.

Presenta l’evento: L’Associazione Pluralia, specializzata in Media Education.

www.biennalemarsica.org
Carpe BieM!
……………

info
e-mail: labiennalemarsica@gmail.com
cell: (+39) 320.05.768.13
BieM:  Sponsorship
BieM: Organizzazione e sullo Staff
Supporto tecnico: www.popact.info
Press: Uffici stampa accredidati

Articoli correlati

Eventi correlati | Organizza un evento con POPact | Iscriviti alla newsletter


  • Eventi in moviemento

ISCRIVITI a POPact channel Gallery Events
Video Art
Interview
Trailer

5 thoughts on “Un progetto di lungo periodo: La Biennale Marsica – Poesia Arte e Cinema –

  1. Grazie per l’entusiasmo.

    Ci sarà sicuramente modo di collaborare insieme.
    Ho visto il tuo sito e ti faccio i complimenti.
    Un Saluto

    Dimitri Ruggeri
    Direttore Artistico
    Biennale Marsica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...