POPact event. TRA ARTE E MUSICA JAZZ


I love POPact - created by Roberto Falco Associazioni, operatori e fruitori della “notizia” si incontrano per discutere del diritto dei cittadini ad una informazione trasparente, di difesa della democrazia, di impegno contro le mafie e per la legalità. Insieme per ricercare strategie comuni tra stampa locale e reti nazionali.

In questa occasione è stato indetto un forum sull’informazione con Roberto Morrione – direttore Libera informazione, Ali Rashid, Pino Di Maula – direttore Left Avvenimenti, Marco Lorenzoni – direttore di Prima pagina, Alessandro Biancardi – direttore di Primadanoi.it, Mario Iacomini – Tempi moderni, Angelo Venti – direttore di SITe.it.
L’area ospitante l’evento è stata decontestualizzata con installazioni a tema da Dimitri Ruggeri e Roberto Falco e correlato con una mostra fotografica di reportage. Per celebrare inoltre il 10° anniversario della redazione SITe.it è stato allestito un concerto jazz con Bill Smith.

Backstage On Site Festival

Live event coverage
Bill Smith, Clarinetto
Rossana Spera , Voce
Fabio Colella, Batteria
Raffaele Pallozzi, Pianoforte
Davide Peluso, Contrabbasso
Greg Smith, Flauto – Sax

Richiedi il DVD
BILL SMITH, ITALIAN JAM SESSION

Regia on site festival jazz: Haydir Majeed
Evento “on site festival” allestito e decontestualizzato da POPact.
Artisti in seguenza: Dimitri Ruggeri, Roberto Falco, Eliseo Parisse, Fulvio D’Amore e Pietro Morgani, Amici de Il Martello del Fucino.
Web Tv – live stream: Marco Di Gennaro
Mostra fotografica: Aldo Beltrame con L’Italia nascosta, Francesca Di Luzio con Fotonotizia, Marco D’Antonio con Educati dalla violenza, SITe.it espone Viaggio in Terrasanta

Visitatori 680 – si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato.

2008, 7 agosto – Luco dei Marsi


galleria eventi, viedo art, interviste, trailer

2 thoughts on “POPact event. TRA ARTE E MUSICA JAZZ

  1. Postiamo uno dei commenti sull’evento trasmesso via e-mail da Valentina:

    “ci siamo conosciuti alla Petogna da voi straordinariamente “decontestualizzata” in occasione dell’ on site festival..

    Mi è piaciuto molto il resoconto del backstage e la spiegazione della vostra installazione e posso assicurarti che avete “scosso”, “toccato”, emozionato e “sconvolto”:P tanta gente.”

  2. Postiamo questo commento estratto dal nostro Wall di Facebook
    Simonetta Ferrante ha scritto alle 10.23 del 8 dicembre 2008

    Sono una grande ammiratrice dello scultore nord coreano Li Il-ho, che ha prestato le sue sculture al regista Kim Ki Duk per il film “Time”. Si trovano in un parco sull’Isola di Mo sull’oceano, è un luogo di cui innamorarsi. In cui abitare. Vedendo queste istallazioni mi è venuto subito in mente lui, e anche se è un paragone un po’ forzato, l’idea di congelare i manichini sculture in un momento di eternità e di estraneità per indicare l’immaginario dei suoi autori e stimolare curiosità intorno all’evento : I Love Pop act , poi sarebbe interessante sapere di più del perchè Pop e Act..Anche se posso da sola immaginare che Pop sta per popolare e Act per azione…A presto Buon lavoro!:-)Qui è link per le sculture di cui parlavo CHE SONO MERAVIGLIOSE!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...